Leggievai
Cerca su LeggieVai
Cerca tra le categorie, gli articoli e le news di LeggieVai
Desideri segnalare un evento della tua zona?
Hai visitato una mostra e vuoi esprimere il tuo parere?
Puoi utilizzare il "vademecum", che ti aiuta a realizzare un testo dal taglio redazionale.
Leggi e vai a scrivere!!!
La Newsletter di LeggieVai
LeggieVai direttamente nella tua e-mail!
Vuoi ricevere ogni lunedì e giovedì tutti gli eventi?
e-mail
Categorie

Dove conviene

Mistero e splendore a tinte pastello

Pastelli del museo d’Orsay

Scritto da Margherita, lunedì 06 ottobre 2008
.: dove:

Museo d’Orsay, Parigi


.: quando:

Dall’8 ottobre 2008 all’1 febbraio 2009

Edgar Degas, Ballerine (1884-1885), pastello, Museo d’Orsay, ParigiL’inquietante volto di Medusa annega in un vortice verdastro. Eteree ballerine sono immortalate in un istante di quotidianità, lontano dalle luci della ribalta. E poi vasi di fiori, vetrate gotiche, paesaggi malinconici, donne sensuali. Tutti uniti da un denominatore comune: il pastello.

Tra i tesori del Museo d’Orsay di Parigi ci sono più di trecento meravigliosi pastelli realizzati dal 1850 al 1914. Dall’8 ottobre 2008 all’1 febbraio 2009, il museo li offre all’ammirazione del pubblico nella straordinaria mostra “Il mistero e lo splendore. Pastelli del museo d’Orsay”.

Lucien Lévy-Dhurmer, Medusa (1897), pastello e carboncino su carta incollata su cartone. Museo d’Orsay, ParigiL’esposizione include capolavori di Millet, Manet, Monet, Degas, Redon, e di autori forse meno noti in Italia ma di rara suggestione, come Lévy-Dhurmer, Aman-Jean, e Degouve de Nuncques.

Furono i pittori romantici e i primi esponenti del Realismo a far ritornare in auge la splendida tecnica del pastello, che a partire dal Settecento era passata in secondo piano. Soprattutto intorno al 1850, il pastello ritrova momenti di gloria: dai fiori e i paesaggi di Millet e di Puvis de Chavannes, fino alle donne ambigue e sensuali di Aman-Jean e di Paul Helleu.

Si tratta di un’occasione unica per vedere opere raramente esposte a causa della loro fragilità, e quindi per riscoprire un patrimonio prezioso e di solito quasi inaccessibile. Molti dei pastelli sono stati restaurati prima di essere messi in mostra.

Edmond Aman-Jean, Farniente (1895) pastello su carta grigio-beige. Museo d’Orsay, ParigiTra i gioielli da ammirare, ci sono le leggiadre ballerine di Degas, tra cui il celeberrimo “Ballet” o “Etoile” del 1876; gli arcani e onirici pastelli di Odilon Redon come “La vetrata” o “La femme in rouge”, il bellissimo “Mazzo di margherite” di Millet, dove fa capolino un viso misterioso.

Una menzione speciale va ai sopracitati artisti meno noti. Nella collezione del museo parigino risplendono le rarefatte visioni di Lévy-Dhurmer, come “Medusa”, “La strega”, “La sonata al chiaro di luna”, e il magico “Notturno al parco reale di Bruxelles”di Degouve de Nuncques.


Condividi su: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • E-mail this story to a friend!
  • OKNotizie
  • bodytext
  • del.icio.us
  • Google
  • Technorati
  • Diggita
  • Wikio IT
  • Reddit
  • Segnalo
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Facebook
  • Live
  • Pligg
  • Furl



LeggieVai consiglia anche:
La gloriosa Fonderia Susse
Il XIX secolo in Francia fu caratterizzato dalla diffusione dalle riproduzioni in bronzo di sculture realizzate dalla gloriosa Fonderia Susse, che dava il meglio nella...
L’abito fa il Donghi
La sua pittura è ascrivibile al “Realismo magico”: realtà dei contorni, solidità della materia che tuttavia trasmettono un’atmosfera magica e un’inquietudine impalpabile. Antonio Donghi fu artista...


 
1 Maggio 25 Aprile
Befana Capodanno
Carnevale Concerti e Festival
Ferragosto Festa della Donna
Festa della Mamma Festa della Repubblica
Feste Vino e Birra Halloween
Mercatini di Natale Natale
Notte Bianca Pasqua
Pesce Aprile Presepe
Regali Natale Solidali San Patrizio
San Valentino Slow Food
Svizzera Turismo  
 

 
Basquiat, Jean Michel Blake, William
Buonarroti, Michelangelo Canova, Antonio
Caravaggio Correggio
Dalì, Salvador Dürer, Albrecht
De Chirico, Giorgio Delacroix, Eugène
Donatello Futuristi
Gauguin, Paul Klimt, Gustav
Leonardo da Vinci Magritte, Renè
Modigliani, Amedeo Monet, Claude
Munch, Edvard Palladio, Andrea
Picasso, Pablo Puccini, Giacomo
Rembrandt Renoir, Pierre Auguste
Sanzio, Raffaello Schiele, Egon
Tiziano Toscanini, Arturo
Turner, William Van Gogh, Vincent
 

 
Castello Svevo Bari MAN: Museo Arte Nuoro
MART Museo Revoltella Trieste
PAC Palazzo delle Esposizioni
Palazzo Grassi Palazzo Reale a Milano
Scuderie del Quirinale Triennale di Milano
Villa Manin Villa Olmo
 


LeggieVai.it è una realizzazione DGLine Srl - Sede Legale Via Alciati 7, 20146 Milano - P. IVA, C.F. e Reg. Imp. di Milano 07248560968 - Capitale Sociale € 40.000